Privacy Policy Due Traders di Barclays sono stati condannati per la manipolazione dell'Euribor | 9 Dicembre Forconi
Crea sito

Due Traders di Barclays sono stati condannati per la manipolazione dell’Euribor

Due ex traders di Barclays sono stati condannati a cinque anni di prigione da un giudice di Londra per aver manipolato un tasso di interesse di riferimento a favore delle posizioni commerciali della loro banca. Come riporta Bloomberg,  con la condanna di oggi il giudice intendeva mettere quelli che ancora lavorano nel settore notando che trasgressioni simili non sarebbero state più tollerate.

L’ex commerciante di swap Carlo Palombo ha ricevuto una condanna a quattro anni e il suo collega, Colin Bermingham, ha ottenuto una condanna a cinque anni. Entrambi saranno eleggibili per la libertà condizionale dopo aver scontato metà del loro periodo di detenzione. Un altro trader di Barclays, Sisse Bohart, è stato assolto la scorsa settimana.

I commercianti sono stati accusati di manipolare il tasso interbancario euro offerto, che è legato a migliaia di miliardi di dollari di prestiti e derivati. Il tasso è calcolato con le richieste delle maggiori banche e si suppone che rifletta il costo del prestito tra di loro. I condannati sono stati accusati di manipolare il tasso tra il 2005 e il 2009.

Il giudice, Michael Gledhill, ha affermato nelle sue osservazioni che voleva inviare un messaggio ad altri nel settore. “Chi è condannato per aver manipolato i tassi d’interesse dovrà affrontare pene detentive sostanziali“, ha affermato.

I verdetti sono stati una vittoria per l’Ufficio britannico delle frodi gravi, che viene spesso criticato per maltrattamenti nei casi di alto profilo. Tuttavia, ciò non ha impedito all’agenzia di accumulare altre condanne nei confronti di eminenti banchieri. Ad esempio, il trader di UBS LIBOR Tom Hayes è stato dichiarato colpevole nel 2015 e Christian Bittar di Deutsche Bank è stato dichiarato colpevole l’anno scorso.

I procedimenti giudiziari di Palombo e Bermingham hanno colpito subito gli incidenti stradali quando diversi imputati hanno rifiutato di venire nel Regno Unito per un processo.

Lisa Osofsky, direttore dell’OFS, ha dichiarato: “Questi uomini hanno deliberatamente minato l’integrità del sistema finanziario per allinearsi alle tasche e approfittare delle banche per cui lavoravano. Ci impegniamo a rintracciare e consegnare alla giustizia coloro che frodano gli altri e abusano del sistema “.

L’avvocato di Palombo, John Hartley, ha dichiarato: “Questa è una fine molto deludente per un caso molto combattuto. Lui e la sua famiglia sono ovviamente devastati dal risultato e avrà bisogno di tempo per venire a patti con questa decisione mentre consideriamo il problema di qualsiasi appello “.

Nel corso del processo, entrambi gli imputati hanno affermato che non c’era nulla di sbagliato nel prendere in considerazione le posizioni di un operatore durante la fissazione del tasso, purché la banca presentasse ancora un tasso legittimo all’interno di un intervallo. E anche nelle osservazioni del Giudice, ha notato che non esisteva alcun codice o definizione che fornisse indicazioni o assistenza su come le banche panel dovrebbero determinare le tariffe che presentano.

Nonostante ciò, il giudice ha affermato che le azioni degli operatori commerciali erano contrarie allo spirito del codice e che i dirigenti avrebbero dovuto esserne consapevoli.

Il giudice Gledhill ha dichiarato: “Questo fallimento potrebbe essere pensato da un osservatore interessato per essere al massimo folle, se non completamente negligente. Era una porta lasciata volutamente aperta per coloro che sono coinvolti nella cospirazione per manipolare, o tentare di manipolare, il tasso Euribor per il vantaggio delle posizioni commerciali della propria banca “.

Tradotto automaticamente da Google

Fonte: qui