Privacy Policy ECCO COME E’ INIZIATA LA SCIA DI SANGUE DI IGOR VACLAVIC | 9 Dicembre Forconi
Crea sito

ECCO COME E’ INIZIATA LA SCIA DI SANGUE DI IGOR VACLAVIC

IL TG1 DIFFONDE IL FILMATO DELLE TELECAMERE DI SICUREZZA NEL BAR DI BUDRIO DOVE E’ STATO UCCISO DAVIDE FABBRI

E’ LA SERA DEL PRIMO APRILE. L’UOMO INDOSSA UNA TUTA MIMETICA, HA UN GIUBBOTTO, UN CAPPELLO E IL VOLTO COPERTO DA UN PASSAMONTAGNA. CON SE’ HA UN FUCILE E UNA PISTOLA NASCOSTA. NEL LOCALE CI SONO DUE AVVENTORI CHE APPENA LO VEDONO SCAPPANO VIA

DIETRO AL BANCONE DAVIDE FABBRI REAGISCE ALLA RAPINA, DISARMA IGOR E INIZIA E COLPIRLO CON IL FUCILE.

L’EX MILITARE INDIETREGGIA MA TIRA FUORI LA PISTOLA…(VIDEO)

Fabio Poletti per “la Stampa”

Davide Fabbri
DAVIDE FABBRI

La fine di Igor l’ imprendibile non è stata ancora scritta. Ma come sia iniziata la sua storia lo ha fatto vedere il Tg1 di ieri sera. Le immagini sono quelle di una telecamera dentro al bar tabaccheria di Riccardina di Budrio, nel Bolognese. È la sera del primo aprile. La sera del primo omicidio attribuito a Igor Vaclevic, alias Norbert Feher, l’ ex militare dell’ Est che da 44 giorni carabinieri e polizia e truppe scelte stanno cercando tra i campi e le marcite in provincia di Bologna e di Ferrara. È il primo omicidio che gli attribuiscono ma durante questi 44 giorni la procura di Bologna gliene attribuirà un altro. Di sicuro è il suo battesimo del fuoco in questa storia che sembra non dover finire mai.

OMICIDIO DI BUDRIO
OMICIDIO DI BUDRIO

Le immagini sono sufficientemente nitide. Igor indossa una tuta mimetica. Ha un giubbotto, un cappello e il volto coperto da un passamontagna. Ha un fucile e una pistola che all’ inizio non si vede. Dentro al locale ci sono due avventori che escono presto di scena ed è la loro fortuna. Dietro al bancone Davide Fabbri reagisce alla rapina. Il proprietario del bar è un uomo grande e grosso.

OMICIDIO DI BUDRIO
OMICIDIO DI BUDRIO

Pensa di farcela. Non sa che davanti non ha un semplice ladro ma un ex militare delle truppe scelte di un Paese della ex Jugoslavia. Davide Fabbri è un uomo coraggioso. Riesce a prendere il fucile a Igor passandogli davanti e piegandosi. Glielo strappa di mano e tenendolo per la canna inizia a colpire Igor con il calcio dell’arma.

La scena dura pochi attimi. Igor sembra stupito dal coraggio del barista. Fa pochi passi verso un’altra stanza inseguito da Davide Fabbri col fucile. Nel retro del locale non ci sono telecamere a testimoniare quello che è successo ma si sente uno sparo. Quello mortale della pistola di Igor che abbatte Davide Fabbri.

igor vaclavic 2
IGOR VACLAVIC

Anche la moglie dell’ uomo reagisce. Imbraccia una scopa mentre col telefono chiama il 112. Si sente la voce della donna: «Vuoi ammazzare anche me?». Igor abbassa la pistola, non spara contro di lei ma lascia il locale a piedi. Sembra tranquillo. Forse è abituato da chissà quali guerre.

Fino a quel terribile momento è una storia come tante di cronaca nerissima. Una rapina finita male. Un barista che rimane ucciso per il troppo coraggio. Ci vorrà ancora una settimana. Sabato 8 aprile a Portomaggiore, Igor Vaclavic ammazza la guardia ecologica volontaria Valerio Verri di 62 anni e ne ferisce un’ altra, Marco Ravaglia, ancora ricoverato in ospedale. Dopo l’ omicidio Igor scappa con un Fiorino.

Riesce a sganciarsi da un posto di blocco dei carabinieri che danno l’ allarme. Da quel momento inizia la caccia all’ uomo. Ci sono 1000 carabinieri e poliziotti che lo cercano. Con gli elicotteri e gli infrarossi. Con i cani molecolari e le truppe d’ assalto. Si scoprirà che il 30 maggio 2015 Igor aveva già ucciso nel Ravennate la guardia giurata Salvatore Chianese. Si sa che è pronto a uccidere ancora. È armato anche se nell’ ultima azione è rimasto leggermente ferito. Si ciba di frutta e di pesci in questo terreno che da anni è il suo rifugio. Chi lo cerca dice che è come in guerra: «Lo prendiamo». Settimane fa era sparita una zattera a un contadino. Chi lo sa se Igor l’ imprendibile è ancora qui.

Fonte: qui