Inneggia ad Allah e al terrorismo, richiedente asilo arrestato a Padova

Un richiedente asilo 22enne del Gambia è stato arrestato ieri pomeriggio nel capoluogo euganeo dopo aver aggredito due poliziotti nel corso di un controllo al grido di “Allah u akbar”

Un richiedente asilo 22enne del Gambia è stato arrestato ieri pomeriggio a Padova dopo essere stato sorpreso a inneggiare al terrorismo e al recente attentato di Barcellona.

Fermato per un controllo ai giardini pubblici dell’Arena, il giovane straniero, che aveva in mano una copia del Corano e forse alterato dall’abuso di sostanze stupefacenti, ha dato in escandescenze: “Allah è grande, siete degli infedeli, vi uccideremo tutti“. Senza paura, si è quindi scagliato contro i poliziotti che gli avevano intimato l’alt.

Subito immobilizzato dagli agenti, ha continuato a proferire oscure minacce: “L’Isis ha fatto bene a fare l’attentato a Barcellona, siete tutti degli infedeli, vi uccideremo”.

Arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e istigazione al terrorismo, il giovane è già stato processato questa mattina con il rito direttissimo di fronte al magistrato competente: per lui è stato emesso il divieto di soggiornare in Veneto.

Gli agenti contusi nel corso del fermo sono stati medicati in ospedale riportando una prognosi di cinque giorni a testa.

Fonte: qui

Precedente Corea del Nord: l'ultima prova è il preludio per lanciare missili verso Guam Successivo L’ITALIA RISOLVE IL PROBLEMA IMMIGRATI NELL’UNICO MODO CHE CONOSCE: PAGANDO!