Privacy Policy La Norvegia indaga se il vaccino AstraZeneca abbia causato coaguli sanguigni mortali | 9 Dicembre Forconi
Crea sito

La Norvegia indaga se il vaccino AstraZeneca abbia causato coaguli sanguigni mortali

Aggiornamento (1124ET): mentre i primi colpi di AstraZeneca arrivano in Sud America tramite il programma Covax dell’OMS, l’agenzia internazionale di sanità pubblica ha promesso di indagare sui rapporti secondo cui il vaccino potrebbe essere collegato a pericolosi coaguli di sangue.

* * *

Ieri, l’ implementazione del vaccino COVID già in difficoltà in Europa ha subito un altro successo quando più di una mezza dozzina di nazioni ha smesso di distribuire vaccini COVID creati da AstraZeneca a seguito delle segnalazioni secondo cui alcuni pazienti che hanno ricevuto il vaccino hanno sviluppato coaguli polmonari pericolosi per la vita, con almeno una persona che è successivamente morta. di conseguenza.

Mentre le autorità sanitarie in Danimarca, uno dei primi paesi a fermare il colpo AstraZeneca-Oxford, hanno affermato che era impossibile dire se ci fosse qualche connessione, l’ondata di casi sospetti è apparentemente sufficiente per spingere le autorità sanitarie a dare un’occhiata più da vicino. Venerdì mattina, la Thailandia è diventata il primo paese non europeo a fermare il vaccino AstraZeneca, mentre diverse altre nazioni, tra cui Canada, Australia, Filippine e Corea del Sud, hanno dichiarato che avrebbero fatto passi avanti.

La Bulgaria è diventata l’ultima nazione europea a sospendere il vaccino venerdì. Secondo Reuters , il governo bulgaro vuole che l’EMA invii una dichiarazione scritta che delinei le sue argomentazioni sul motivo per cui dovrebbe consentire il proseguimento delle vaccinazioni.

La notizia ha messo sotto pressione le azioni di AstraZeneca, che venerdì si sono aggiunte ai loro ribassi di inizio settimana.

I principali regolatori medici norvegesi hanno confermato venerdì di aver ricevuto segnalazioni di morte in un paziente che aveva ricevuto il vaccino nella contea dell’Innland, secondo una dichiarazione del NIPH.

Per essere sicuri, il team norvegese ha detto che se ci sia o meno un legame tra il vaccino e la morte non è stato concluso, anche se i funzionari hanno detto che la morte ha coinvolto una persona più giovane.

Ma per precauzione, l’Agenzia norvegese per i medicinali esaminerà ora tutte le reazioni avverse sospette segnalate a seguito della vaccinazione con il vaccino AstraZeneca e altri vaccini contro il coronavirus.

Mercoledì, il massimo regolatore di Bruxelles, l’Agenzia europea per i medicinali ha dichiarato mercoledì in una dichiarazione in cui fa riferimento alle preoccupazioni per alcuni casi in Austria che stava indagando sulle preoccupazioni ma che non ha trovato alcuna indicazione che il vaccino abbia causato i coaguli di sangue; la Commissione Europea ha detto che seguirà quella degli EMA

Mentre il lancio del vaccino in Europa incontra nuovi ostacoli, le prove del vaccino russo “Sputnik V”, che, come quello di AstraZeneca, utilizza la tecnologia del vettore dell’adenovirus, si stanno avvicinando alla fine di una prova critica di fase 3 che si svolge negli Emirati Arabi Uniti. Lo studio ha completato la fase di inoculazione e il test passerà alla fase di raccolta dei dati scientifici dopo che 1.000 volontari negli Emirati Arabi Uniti hanno ricevuto una seconda dose e il passaggio successivo prevede il monitoraggio della risposta immunitaria dei volontari per 180 giorni.

I risultati degli Emirati Arabi Uniti saranno combinati con i risultati esistenti altrove. I risultati intermedi sono attesi per aprile.

Infine, mentre l’Europa ravviva i dubbi sulla sicurezza di alcuni vaccini COVID, GlaxoSmithKline e Vir Biotechnology hanno annunciato venerdì che la loro terapia con anticorpi COVID ha mostrato una significativa riduzione dei ricoveri e dei decessi per i pazienti a rischio in uno studio in fase avanzata che è progredito più velocemente del previsto.

Fonte: qui