Privacy Policy L'America, e con essa l'Occidente, si sta dirigendo verso la guerra civile? | 9 Dicembre Forconi
Crea sito

L’America, e con essa l’Occidente, si sta dirigendo verso la guerra civile?

Nell’articolo della scorsa settimana ho discusso della questione della “balcanizzazione” americana e della rapida migrazione di conservatori e moderati da grandi centri abitati e stati che stanno diventando militanti nella loro ideologia progressista. Nel mio stato nativo del Montana c’è stata un’ondata di persone che cercavano di sfuggire al caos e all’oppressione degli stati di sinistra. Alcuni sono qui a causa della pandemia e delle dure restrizioni che hanno dovuto sopportare durante i primi blocchi. Altri sono qui perché non sopportano l’ostilità della politica dell’identità, annullano la cultura e le rivolte razziali. Ad ogni modo, sono luoghi in fuga con influenze decisamente di sinistra.

Sradicare e trasferirsi in un posto completamente nuovo non è una cosa facile da fare, soprattutto nel mezzo di una pandemia. Per molte persone, un’idea del genere sarebbe stata impensabile solo pochi anni fa. Credetemi, trasferirmi in un posto come il Rocky Mountain Redoubt non è una transizione facile per la maggior parte. Spero che queste persone capiscano che dovranno sopravvivere per preparativi estesi per l’inverno rigido ed essere pronti a lavorare sodo nei mesi primaverili ed estivi per sopravvivere. Forse non si rendono ancora conto di quanto sia difficile qui; forse lo sanno e non gliene importa.

È così grave la situazione: le persone razionali e ragionevoli sono disposte a lasciarsi alle spalle la loro vecchia vita e rischiano tutto per mantenere un margine di libertà.

Dal mio punto di vista è chiaro che la sinistra politica è andata così lontano dai binari nel proprio cultismo che non si può tornare indietro. Non può esserci riconciliazione tra le due parti, quindi dobbiamo separarci, o dobbiamo combattere. Sostengo innanzitutto la separazione per una serie di motivi:

  • Innanzitutto, i conservatori sono i principali produttori della cultura americana. Se lasciamo le persone di sinistra ai loro dispositivi, c’è la possibilità che implodano su se stesse e si mangino a vicenda perché non hanno idea di come colmare il vuoto di produzione. I recenti sviluppi nella zona autonoma CHAZ / CHOP defunta sono un esempio perfetto. Quelle persone non hanno la minima idea di cosa stiano facendo e questo dimostra.
  • In secondo luogo, se i conservatori si separano, fornisce un buffer che aiuta a disinnescare futuri conflitti casuali. Quando forzerai insieme le due parti in una scatola, alla fine troveranno un motivo per cercare di uccidersi a vicenda. Mettere una certa distanza tra loro e noi riduce l’angoscia.
  • In terzo luogo, se le persone di sinistra decidono che non gli piace il fatto che ci siamo separati e stiamo prosperando da soli, e cercano di antagonizzarci o attaccarci dove viviamo, allora manteniamo la chiara altura morale quando li rompiamo in pezzi in risposta .

Mi rendo pienamente conto che il terzo risultato è il più probabile. La guerra è probabilmente inevitabile. Perché? Perché collettivisti e narcisisti non sono mai soddisfatti. Desiderano un controllo illimitato sulla vita degli altri e useranno qualsiasi mezzo per ottenere quel controllo, non importa quanto distruttivo. Separarsi da loro è solo uno stop-gap che ci consente di assumere una posizione superiore. Attraverso una migrazione pacifica, stabiliamo il ritmo del conflitto. Alla fine verranno dopo di noi e non ci saranno dubbi sulla nostra risposta. Non ci sarà modo di girare il risultato a loro favore, nessun modo per loro di interpretare le vittime.

Alcune persone potrebbero chiedersi se siamo effettivamente al punto di un conflitto aperto; potrebbero accusarmi di “condanna al destino”. Altri potrebbero sostenere che i conservatori agiscono “passivamente” e che non intraprenderemo mai alcuna azione. Questi presupposti sono comuni in questo momento perché tali persone non capiscono come la storia progredisce e come si evolve la psicologia di gruppo.

La guerra domestica non è qualcosa perseguito alla leggera o a casaccio. La persona media sa almeno inconsciamente che è meglio cercare una soluzione o rimanere pazienti mentre gli eventi si svolgono. I conservatori non sono stupidi; sappiamo che prima di ogni guerra civile c’è prima una guerra culturale. E sappiamo che le carte sono impilate contro di noi e che se agiamo in modo avventato in qualche modo perderemo la posizione in quella guerra culturale.

Quindi, abbiamo lasciato che la sinistra sputasse e si arrabbiasse come dei folli per un po ‘. Ogni giorno le persone che erano sul palco quando si tratta della guerra culturale stanno assistendo a questo e vengono dalla nostra parte perché siamo l’unico lato che è sano di mente. Lo svantaggio è che arriva un punto in cui la calma professionalità potrebbe essere erroneamente percepita come debolezza. E quando le persone percepiscono la debolezza tra i conservatori, potrebbero imbattersi nelle braccia dell’estrema sinistra pensando che sia più sicuro unirsi alla “squadra vincente”.

Penso che i conservatori non siano ancora stati risucchiati in una posizione reazionaria perché stanno pensando logicamente e si rifiutano di giocare per ora. In un certo senso è il modo in cui entriamo nella lotta che è più importante della lotta stessa. Per capire perché, dobbiamo guardare al quadro generale oltre il conflitto sinistra / destra.

Come ho notato la scorsa settimana, la sinistra politica è uno strumento per un’agenda più ampia. Sono utilizzati come arma del caos dagli interessi globalisti. Questa non è “teoria della cospirazione”, questo è un fatto di cospirazione. Milioni di dollari sono stati versati nei gruppi correlati ad Antifa e BLM attraverso donatori elitari come  George Soros e la sua Open Society Foundation  e la Ford Foundation. Istituzioni globaliste come queste hanno influenzato l’estrema sinistra e promosso la politica dell’identità per DECADES. Questo è ammesso apertamente . Ciò a cui stiamo assistendo nel 2020 è semplicemente il culmine di una campagna di propaganda lunga mezzo secolo che ha creato il movimento femminista moderno, lo status del gruppo di vittime, la cultura del diritto, ecc.

Il motivo dell’agenda dovrebbe essere ovvio: il caos crea paura. La paura crea divisione e crisi. E la crisi crea opportunità  (come una volta si vantava il globalista Rahm Emanuel) . In altre parole, l’estrema sinistra inizierà una guerra perché è esattamente quello per cui le élite globali le hanno create.

Ora, alcuni potrebbero suggerire che questo collochi i conservatori in una posizione Catch-22; se non reagiamo, sembreremo deboli. Saremo isolati culturalmente e alla fine invaderemo e cancelleremo dai libri di storia. Se reagiamo, daremo ai globalisti ciò che vogliono: una guerra civile che farà a pezzi l’America.

Il suggerimento di alcuni interessi speciali sarà che esiste una sola via d’uscita; usare il potere del governo per invertire la tendenza a nostro vantaggio. In altre parole, istituisci la legge marziale. Non la vedo proprio così.

Una volta compreso che una lotta sta arrivando, il nostro compito è posizionarci con il massimo vantaggio possibile mantenendo intatta la nostra cultura e i nostri principi. Ciò include la nostra fede nel costituzionalismo, le libertà civili e l’opposizione alla tirannia in QUALSIASI forma. Vincere la lotta è importante, ma mantenere i nostri principi nel processo è più importante. Diventare un mostro per combattere il mostro è come perdere.

Quando la sinistra verrà per noi (e lo faranno), la lotta deve essere vinta da noi, non dal governo. Non possiamo dare ancora più potere al governo in nome della sicurezza. Non possiamo diventare i fascisti che la sinistra ci accusano di essere.

Mi viene spesso chiesto in questi giorni la mia visione delle elezioni del 2020 e come andrà a finire. Ho predetto la vittoria elettorale di Trump  nell’estate del 2016 basandomi sull’idea che la presenza di Trump alla Casa Bianca avrebbe fatto impazzire la sinistra, oltre a dare ai globalisti un capro espiatorio “conservatore” perfetto per il collasso economico che stavano progettando da quando almeno il 2008.

Il gabinetto di elitaristi globali di Trump suggerisce la  sua compiacenza in questo piano . Viviamo ancora sotto un sistema a partito unico fingendo che si tratti di un paradigma a due parti.

Inoltre, non sono convinto che ci saranno anche le elezioni a novembre. Con i blocchi della pandemia che stanno sicuramente tornando con il picco delle infezioni, l’economia americana sarà in rovina entro l’inverno. Votare in modo tradizionale sarà difficile o limitato in alcuni stati. E la posta elettronica o le schede digitali non saranno accettate dalla maggior parte dei conservatori a causa della loro storia di utilizzo per truccare i risultati elettorali.

Guardalo in questo modo: se Trump “vince”, o ritarda le elezioni, la sinistra si ribellerà e si scatenerà una guerra civile. I conservatori dovranno fare i conti con la violenza della sinistra e allo stesso tempo affrontare il potenziale della legge marziale (che non possiamo tollerare o sostenere). Se Biden “vince”, sarà percepito da molti conservatori che pensano ancora che le elezioni contino come una presidenza rubata, progettata attraverso pratiche fraudolente di scrutinio.

Riassumendo, se Trump è ancora alla Casa Bianca nel 2021, preparati a combattere contro i mob di sinistra e le misure della legge marziale. Se credi nella libertà, renditi conto che i falsi conservatori che sostengono la tirannia del governo costituiranno un problema tanto quanto i mancini marxisti. Se Biden entra nella Casa Bianca, aspettati che attui immediatamente politiche incostituzionali, tra cui la tirannia medica, la confisca delle armi e la legge marziale. Ad ogni modo, finisce in guerra.

È anche il classico racconto della falsa scelta:   puoi scegliere il marxismo e il comunismo, oppure puoi scegliere il fascismo. Il comunismo è l’elevazione dei deboli e l’oppressione dei forti in nome di “uguaglianza” arbitraria, e il fascismo è l’eliminazione dei deboli o meno fortunati nel nome di fare più spazio ai forti. Entrambe le parti fanno affidamento sul governo totalitario per affermare il dominio, ed entrambe le parti avvantaggiano l’establishment elitario. Il grande svantaggio è che non esiste una terza opzione, quando esiste; il principio di non aggressione, la difesa dei cittadini, il volontarismo e la libertà.

Francamente, preferisco quasi uno scenario in cui Biden e la sinistra sono percepiti come rubare le elezioni. Almeno allora i conservatori saranno nuovamente uniti e pronti a combattere, invece di affidarsi passivamente a un Pied Piper come Trump per salvarli.

La verità è che nel 2020-2021 ci troviamo ad un enorme punto di svolta nella storia umana. Ci stiamo muovendo a spirale in un decennio e una lotta che deciderà la libertà del destino per il prossimo secolo o più. Da un lato ci sono le élite globali e gli utili idioti sulla sinistra sinistra. Spingeranno per un sistema collettivista che cancella tutta la memoria della Repubblica costituzionale che abbiamo una volta nuovo, e riceveranno aiuto da falsi conservatori che danno valore al principio. Dall’altro lato c’è la gente che vuole solo essere lasciata sola; le menti libere, le persone che non hanno bisogno o desiderano avere potere su alcuno.

Se l’umanità deve avere un futuro, il secondo gruppo deve continuare ad esistere e prosperare. Sono la sorgente che ci nutre, che ci dà qualcosa per cui sperare. Se le élite e la folla della giustizia sociale prendono il controllo, non può esserci futuro per la nostra specie. Desiderano ciò che non possono e non dovrebbero avere. Stimano solo ciò che possono prendere dagli altri. Hanno una fame che non può mai essere saziata. Divoreranno il mondo fino a quando non rimarrà nulla mentre affermano di rappresentare il “bene superiore”. La guerra non può essere evitata con queste persone; l’unica domanda è: le persone con mentalità per la libertà manterranno la rotta e manterranno i loro principi o cadranno nei loro impulsi più oscuri per garantire la vittoria?

Autore di Brandon Smith tramite Alt-Market.com

*  *  *

Se desideri supportare il lavoro svolto da Alt-Market e allo stesso tempo ricevere contenuti sulle tattiche avanzate per sconfiggere l’agenda globalista, iscriviti alla nostra newsletter esclusiva  The Wild Bunch Dispatch . Scopri di più  QUI .