LE PEN CONQUISTA IL PRIMO ALLEATO VERSO IL BALLOTTAGGIO: E’ IL GOLLISTA DUPONT

AIGNAN, USCITO NEL 2007 DALL’UMP DI SARKOZY PERCHÉ IN DISACCORDO SULLA SCELTA EUROPEISTA DEL SUO PARTITO

MELENCHON SI RIFIUTA DI SPINGERE I SUOI VOTI VERSO MACRON

Stefano Montefiori per il “Corriere della sera”

MARINE LE PEN A NIZZA
MARINE LE PEN A NIZZ

«Marine Le Pen non è di estrema destra», dice in diretta tv Nicolas Dupont-Aignan annunciando l’ alleanza senza precedenti di un gollista con la leader del Front National.

La diga anti-Le Pen si sgretola, anche un partito pieno di nostalgici del maresciallo Pétain può ormai partecipare al gioco politico e stringere accordi di coalizione, oltretutto con un uomo che si proclama erede della tradizione del generale De Gaulle, che proprio dai petenisti salvò la Francia.

Dupont-Aignan è un esponente politico della destra repubblicana uscito nel 2007 dall’ Ump di Sarkozy perché in disaccordo sulla scelta europeista del suo partito.

È pressoché sconosciuto all’ estero, ma al primo turno ha ottenuto – da solo o quasi – uno straordinario 4,7%, non lontano dal 6,3% di Benoît Hamon che aveva con sé tutta la poderosa macchina e la tradizione dei socialisti al governo.

Nicolas Dupont Aignan
NICOLAS DUPONT AIGNAN

Proprio nel giorno in cui Jean-Luc Mélenchon si rifiuta di invitare i suoi tantissimi elettori (19,5%) a votare per Emmanuel Macron, e in cui Marine Le Pen lancia loro un appello in nome del «popolo contro le élite», la stessa Le Pen ottiene con Nicolas Dupont-Aignan un sostegno di peso.

MACRON
L’EX POTHSCHILD MACRON

Fonte: qui

Precedente LA GUARDIA DI FINANZA SCOPRE UN’EVASIONE FISCALE IN ITALIA DA 130 MILIONI DELLA SOCIETA’ DI JEFF BEZOS SU UN GIRO D’AFFARI DI 2,5 MILIARDI IN CINQUE ANNI Successivo COREA DEL NORD. MOSCA NON VUOLE SENTIRE RAGIONI: “L’USO DELLA FORZA È TOTALMENTE INACCETTABILE, LA SERVONO STRUMENTI DIPLOMATICI”