Privacy Policy Truppe cinesi e indiane in un nuovo scontro al confine himalayano, ci sono diversi feriti | 9 Dicembre Forconi
Crea sito

Truppe cinesi e indiane in un nuovo scontro al confine himalayano, ci sono diversi feriti

Secondo rapporti internazionali emersi dall’oggi al domani , le truppe cinesi e indiane si sarebbero nuovamente impegnate in un feroce scontro lungo il confine himalayano ad alta quota condiviso, provocando feriti . 

La notizia dello scontro avvenuto mercoledì nel Sikkim settentrionale è stata rivelata solo ora, dove le pattuglie di frontiera in prima linea tendono ad essere disarmate. “Una pattuglia cinese ha cercato di entrare in territorio indiano ed è stata costretta a tornare indietro”, hanno detto i funzionari, “ secondo la BBC , citando i media regionali. “Alcuni rapporti dicono che sono stati usati bastoni e pietre, ma non ci sono stati colpi di arma da fuoco”.


Truppe indiane di frontiera in allerta, via AFP

In genere le pattuglie di frontiera in prima linea su entrambi i lati sono disarmate a causa della storia delle tensioni, che ciascuna parte teme potrebbe portare alla guerra di confine tra India e Cina.

Secondo le ultime notizie di The Times of India :

Fonti hanno detto che la rissa a Naku La è avvenuta dopo che le truppe indiane hanno contestato il tentativo da parte dell’Esercito popolare di liberazione (PLA) di intromettersi nel territorio indiano. Entrambe le parti hanno portato alcuni rinforzi … ci sono stati feriti da entrambe le parti nello scontro fisico. Ma non ci sono stati spari. La situazione è sotto controllo“, ha detto una fonte.

Il Nord Sikkim, luogo di questo ultimo incidente, si trova a circa 1500 miglia a est dell’area del Ladakh, quest’ultimo è il luogo in cui dopo uno scontro notturno sono morti lo scorso giugno oltre 20 soldati indiani .

Quella lotta mortale ha portato ad accuse incalzanti “tit-for-tat” che in seguito si sono risolte in uno status quo inquieto dopo mesi di colloqui tra militari e militari, che sono attualmente al nono round di dialogo.

Come le conseguenze iniziali di quel precedente scontro, l’esercito cinese dell’Elp tiene sotto controllo questo incidente, che l’esercito indiano lo definisce relativamente “minore” e lo descrive come “risolto”.

Indian ha accusato la parte cinese di potenziamento ed espansione militare all’interno e lungo le zone di confine contese, il che costituisce una violazione degli accordi sullo status quo, come sostiene ulteriormente il Times of India :

La Cina ha costruito nuove strade e collegamenti laterali, posizioni missilistiche terra-aria ed eliporti in diversi settori che vanno dal Ladakh all’Arunachal Pradesh, stabilendo anche insediamenti civili in “aree contese ma occupate” nel settore orientale.

Il ministero degli Esteri cinese da parte sua ha semplicemente invitato l’India ad “astenersi da azioni che potrebbero aggravare o complicare la situazione lungo il confine”.

Fonte: qui