Privacy Policy Visualizzazione del forte potere d'acquisto del dollaro USA | 9 Dicembre Forconi
Crea sito

Visualizzazione del forte potere d’acquisto del dollaro USA

Il potere d’acquisto di una valuta è la quantità di beni e servizi che possono essere acquistati con un’unità della valuta.

Ad esempio, un dollaro USA potrebbe acquistare 10 bottiglie di birra nel 1933 . Oggi, come osserva Govind Bhutanda di Visual Capitalist , è il costo di un piccolo caffè da McDonald’s.

In altre parole, il potere d’acquisto del dollaro – il suo valore in termini di ciò che può acquistare – è diminuito nel tempo con l’aumento dei prezzi.

Monitoraggio del potere d’acquisto del dollaro

Nel 1913, il Federal Reserve Act concesse alle banche della Federal Reserve la capacità di gestire l’offerta di moneta al fine di garantire la stabilità economica. Allora, un dollaro poteva comprare  30  barrette di cioccolato Hershey.

Man mano che entravano in circolazione più dollari, i prezzi medi di beni e servizi aumentavano mentre il  potere  d’ acquisto del dollaro diminuiva. Nel 1929, il valore dell’indice dei prezzi al consumo (IPC) era del  73%  superiore a quello del 1913, ma un dollaro era ormai sufficiente solo per 10 rotoli di carta igienica.

Tra il 1929 e il 1933, il potere d’acquisto del dollaro è effettivamente aumentato a causa della deflazione e di una   contrazione dell’offerta di moneta del 31% prima di diminuire di nuovo. Avanti veloce al 1944 e il dollaro USA, fissato sull’oro a un tasso di $ 35 / oz, è diventato la  valuta di riserva mondiale in  base all’accordo di Bretton Woods.

Nel frattempo, gli Stati Uniti hanno aumentato la loro offerta di moneta per finanziare i deficit della seconda guerra mondiale seguita dalla guerra di Corea e dalla guerra del Vietnam. Quindi, il potere d’acquisto del dollaro si è ridotto da  20  bottiglie di Coca-Cola nel 1944 a un biglietto del cinema drive-in nel 1964.

Alla fine degli anni ’60, il numero di dollari in circolazione era troppo alto per essere sostenuto dalle riserve auree statunitensi. Il presidente Nixon cessò la convertibilità diretta del dollaro USA in  oro  nel 1971. Ciò pose fine sia al gold standard che al limite sulla quantità di valuta che poteva essere stampata.

Più dollari nel sistema

L’offerta di moneta (M2) negli Stati Uniti è aumentata vertiginosamente negli ultimi due decenni, passando da $ 4,6 trilioni nel 2000 a  $ 19,5  trilioni nel 2021.

Gli effetti dell’aumento dell’offerta di moneta sono stati amplificati dalla crisi finanziaria del 2008 e più recentemente dalla pandemia COVID-19. In effetti, circa il 20% di tutti i dollari statunitensi nell’offerta di moneta,  3,4 trilioni di dollari , è stato creato solo nel 2020.

Come evolverà il potere d’acquisto del dollaro in futuro?

Fonte: qui