Privacy Policy Whitehead: oggi i fondatori rivoluzionari d'America sarebbero estremisti antigovernativi | 9 Dicembre Forconi
Crea sito

Whitehead: oggi i fondatori rivoluzionari d’America sarebbero estremisti antigovernativi

“È dovere del patriota proteggere il suo paese dal suo governo”.

– Thomas Paine

“Quando il governo viola i diritti del popolo, l’insurrezione è, per il popolo e per ogni parte del popolo, il più sacro dei diritti e il più indispensabile dei doveri”.

– Marchese de Lafayette

Se la Dichiarazione di Indipendenza fosse stata scritta oggi, avrebbe reso estremisti o terroristi i suoi firmatari, il che li avrebbe portati in una lista di controllo del governo, presi di mira per la sorveglianza delle loro attività e corrispondenza, e potenzialmente arrestati, detenuti indefinitamente, privati ​​dei loro diritti ed etichettato combattenti nemici.

Questo non è più roba da speculazioni e avvertimenti.

Di fatto, il procuratore generale William Barr ha recentemente annunciato  piani per colpire, rintracciare e sorvegliare gli “estremisti anti-governativi” e eliminare preventivamente sul nascere qualsiasi “minaccia” alla sicurezza pubblica e allo stato di diritto .

Non importa che lo scopo dichiarato della task force estremista antigovernativa di Barr sia  indagare  sui dissidenti di estrema destra (il movimento “boogaloo”) e di estrema sinistra (antifa, un gruppo antifascista vagamente organizzato) che sono stati accusati di istigazione alla violenza e interruzione di proteste pacifiche.

Boogaloo e Antifa hanno dato al governo la scusa perfetta per dichiarare guerra (con tutto ciò che comporta: sorveglianza, valutazioni delle minacce, pre-crimine, ecc.) Contro i cosiddetti estremisti antigovernativi.

Senza dubbio, i fondatori rivoluzionari d’America sarebbero stati in cima alla lista di Barr.

Dopotutto, le persone che hanno fomentato la Rivoluzione americana hanno parlato ai raduni, distribuito opuscoli critici, scritto editoriali feroci e sono scesi in piazza per protestare. Si stavano ribellando contro un governo che consideravano eccessivo nelle sue tasse e spese. Per i loro sforzi, furono demonizzati e dipinti come una folla inferocita, estremisti simili ai terroristi, dal sovrano del giorno, il re Giorgio III.

Naturalmente, non ci vuole molto per essere considerati un estremista antigovernativo (noto anche come  terrorista domestico ) oggi.

Se credi ed eserciti i tuoi diritti ai sensi della Costituzione (vale a dire, il tuo diritto di parlare liberamente, di adorare liberamente, di associarti a persone affini che condividono le tue opinioni politiche, criticano il governo, possiedono un’arma, richiedono un mandato prima di essere interrogati o cercato dalla polizia o da qualsiasi altra attività considerata potenzialmente antigovernativa, razzista, bigotta, anarchica o sovrana), sei in  cima alla lista di controllo del terrorismo del governo .

In effetti, sotto la nuova task force di Barr, io e ogni altro individuo oggi che osa dire la verità al potere potremmo anche essere presi di mira per la sorveglianza, perché ciò di cui abbiamo veramente a che fare è un governo che vuole sopprimere parole pericolose – parole sulla sua guerra impero, parole sulla sua presa di terra, parole sulla sua polizia militarizzata, parole sulla sua uccisione, il suo avvelenamento e la sua corruzione, al fine di mantenere attive le sue bugie.

Questo è il modo in cui il governo prevede di annullare qualsiasi tentativo di “noi popolo” di resistere alla sua tirannia: con il pretesto di sradicare estremisti violenti, il programma anti-estremismo del governo sarà, in molti casi, utilizzato per rendere altrimenti attività lecite e non violente in quanto potenzialmente estremiste.

Il pericolo è reale.

Tieni presente che le agenzie governative coinvolte nella ricerca degli “estremisti” americani realizzeranno i loro obiettivi – identificare e scoraggiare potenziali estremisti – in concerto con  centri di fusione , agenzie di raccolta dati, scienziati comportamentali, corporazioni, social media e organizzatori di comunità e basandosi su una tecnologia all’avanguardia per la sorveglianza, il riconoscimento facciale, la sorveglianza  predittiva , la biometria e l’ epigenetica comportamentale   (in cui le esperienze di vita alterano la propria struttura genetica).

Questo è pre-crimine su scala ideologica ed è passato molto tempo.

Ad esempio, nel 2009, il Dipartimento per la sicurezza nazionale (DHS) ha pubblicato due rapporti, uno su ” Estremismo di destra”, che definisce ampiamente gli estremisti di destra come individui e gruppi “che sono principalmente antigovernativi, respingendo l’autorità federale a favore dello Stato o dell’autorità locale o respingere del tutto l’autorità governativa “e una su” Estremismo di sinistra “, che ha definito i gruppi di attivisti per l’ambiente e i diritti degli animali come estremisti

Incredibilmente, entrambi i rapporti usano le parole terrorista ed estremista in modo intercambiabile

Nello stesso anno, il DHS ha lanciato l’  Operazione Vigilant Eagle , che chiede la sorveglianza dei veterani militari che tornano dall’Iraq, dall’Afghanistan e da altri luoghi remoti, caratterizzandoli come estremisti e potenziali minacce terroristiche interne perché potrebbero essere “scontenti, disillusi o sofferenti” gli effetti psicologici della guerra.

Questi rapporti indicano che per il governo, chiunque sia visto come contrario al governo – che si tratti di sinistra, destra o da qualche parte nel mezzo – può essere etichettato come un estremista.

Avanzate di qualche anno e avete il National Defense Authorization Act (NDAA), che il Congresso ha continuamente ribadito, che consente ai militari di portarvi fuori da casa, rinchiudervi senza accesso ad amici, familiari o tribunali se sei visto come un estremista.

Ora collega i punti, dai rapporti sull’estremismo del 2009 all’NDAA, le reti di sorveglianza di vasta portata dell’Agenzia per la sicurezza nazionale e i centri di fusione che raccolgono e condividono i dati di sorveglianza tra le agenzie di polizia locali, statali e federali

Aggiungi decine di migliaia di droni armati di sorveglianza che stanno iniziando a coprire i cieli americani, la tecnologia di riconoscimento facciale che ti identificherà e ti seguirà ovunque tu vada e qualunque cosa tu faccia. E poi per completare il cerchio, lancia nei centri di criminalità in tempo reale dispiegati nelle città di tutto il paese, che tenterà di “prevedere” i crimini e di identificare i criminali prima che si verifichino sulla base di una sorveglianza diffusa, algoritmi matematici complessi e programmi di prognosi.

Spero che tu stia ottenendo il quadro, che è quanto sia facile per il governo identificare, etichettare e indirizzare gli individui come “estremisti”.

E proprio così, siamo tornati al punto di partenza.

Immagina di vivere in un paese in cui i soldati armati sfondano le porte per arrestare e imprigionare i cittadini semplicemente per aver criticato i funzionari del governo. Immagina che in questo stesso paese, sei sempre guardato, e se sembri anche un po ‘sospettoso, la polizia ti ferma e ti incita o ti trascina per cercarti nel caso in cui stai facendo qualcosa di illegale.

Tieni presente che se hai un’arma da fuoco di qualsiasi tipo (o qualcosa che assomiglia a un’arma da fuoco) mentre sei in questo paese, potrebbe farti arrestare e, in alcune circostanze, sparare dalla polizia.

Se stai pensando che suona come l’America oggi, non ti sbaglieresti di molto.

Tuttavia, lo scenario sopra descritto ha avuto luogo più di 200 anni fa, quando i coloni americani hanno sofferto sotto la versione della Gran Bretagna di un primo stato di polizia. Fu solo quando i coloni finalmente si stufarono di essere messi a tacere, censurati, perquisiti, perseguitati, minacciati e arrestati che alla fine si ribellarono contro le catene del tiranno

Nessun documento afferma meglio le loro lamentele della Dichiarazione di Indipendenza, redatta da Thomas Jefferson.

Un documento ribollente di indignazione per un governo che aveva tradito i suoi cittadini, la Dichiarazione di Indipendenza fu firmata il 4 luglio 1776 da 56 uomini che posero tutto sulla linea, promettendo tutto: “le nostre vite, le nostre fortune e il nostro sacro Onore ”, perché credevano in un’idea radicale: che tutte le persone sono create per essere libere.

Traditori etichettati, questi uomini sono stati accusati di tradimento, un crimine punibile con la morte. Per alcuni, i loro atti di ribellione sarebbero costati loro le case e la fortuna. Per altri, sarebbe il prezzo più alto: le loro vite.

Tuttavia, pur sapendo il prezzo pesante che avrebbero dovuto pagare, questi uomini hanno osato parlare quando il silenzio non poteva essere tollerato.

Leggi di  nuovo la  Dichiarazione di Indipendenza e chiediti se l’elenco dei reclami presentati da Jefferson non ha una sorprendente somiglianza con gli abusi che “noi popolo” stiamo subendo per mano dello stato di polizia americano.

Se trovi difficile decifrare la prosa viola usata dai Fondatori, ecco la mia traduzione di come la Dichiarazione di Indipendenza apparirebbe e sembrerebbe se fosse scritta nel moderno vernacolo:

Arriva un momento in cui una popolazione deve rimanere unita e dire “basta abbastanza” agli abusi del governo, anche se ciò significa liberarsi dei partiti politici al potere. Credendo che “noi il popolo” abbiamo un diritto naturale e divino di dirigere le nostre vite, ecco le verità sul potere del popolo e su come siamo arrivati ​​alla decisione di recidere i nostri legami con il governo:

Tutte le persone sono uguali. Tutte le persone possiedono determinati diritti innati che nessun governo, agenzia o individuo può togliergli. Tra questi ci sono il diritto alla vita, alla libertà e alla ricerca della felicità. Il compito del governo è quello di proteggere i diritti innati delle persone alla vita, alla libertà e alla ricerca della felicità. Il potere del governo viene dalla volontà del popolo.

Ogni volta che un governo abusa del suo potere, è diritto del popolo alterare o abolire quel governo e sostituirlo con un nuovo governo che rispetterà e proteggerà i diritti del popolo. Non è saggio sbarazzarsi di un governo per trasgressioni minori. In effetti, come ha dimostrato la storia, le persone resistono al cambiamento e sono inclini a subire ogni tipo di abuso a cui si sono abituati. Tuttavia, quando le persone sono state sottoposte a ripetuti abusi e prese di potere, realizzate allo scopo di istituire un governo tirannico, le persone hanno il diritto e il dovere di eliminare quel governo tirannico e di sostituirlo con un nuovo governo che proteggerà e preservare i loro diritti innati per il loro futuro benessere.

Questo è esattamente lo stato delle cose che stiamo subendo in questo momento, motivo per cui è necessario cambiare questo sistema imperiale di governo. La storia dell’attuale governo imperiale è una storia di ripetuti abusi e prese di potere, condotta con l’intenzione di stabilire la tirannia assoluta sul paese.

Per provarlo, considera quanto segue:

Il governo, con la propria negligenza e arroganza, ha rifiutato di adottare leggi urgenti e necessarie per il bene del popolo. Il governo ha minacciato di reggere leggi critiche a meno che il popolo non acconsenta a rinunciare al proprio diritto ad essere pienamente rappresentato nella legislatura.

Al fine di espandere il suo potere e garantire il rispetto dei suoi dettami, il governo ha reso quasi impossibile per le persone esprimere le proprie opinioni e le proprie esigenze ascoltate dai loro rappresentanti. Il governo ha represso più volte le proteste sorte in risposta alle sue azioni.

Il governo ha ostacolato la giustizia rifiutando di nominare giudici che rispettano la Costituzione e ha invece fatto marciare i tribunali in stretta armonia con i dettami del governo.

Il governo ha permesso ai suoi agenti di molestare le persone, rubarle, imprigionarle e persino eseguirle. Il governo ha indirizzato agenti governativi militarizzati – alias, un esercito permanente – alla polizia degli affari interni in tempo di pace. Il governo ha trasformato il paese in uno stato di polizia militarizzato.

Il governo ha cospirato per minare lo stato di diritto e la Costituzione al fine di espandere i propri poteri.

Il governo ha permesso alla sua polizia militarizzata di invadere le nostre case e di infliggere violenza ai proprietari di case. Il governo non ha ritenuto i propri agenti responsabili di illeciti e omicidi con il pretesto di “immunità qualificata”.

Il governo ha messo a rischio i nostri accordi commerciali internazionali. Il governo ci ha sovraccaricato senza il nostro permesso.

Il governo ci ha negato il giusto processo e il diritto a un processo equo. Il governo si è impegnato in una consegna straordinaria. Il governo ha continuato ad espandere il suo impero militare in collusione con i suoi partner aziendali criminali e occupare nazioni straniere.

Il governo ha eroso le protezioni legali fondamentali e ha destabilizzato la struttura del governo. Il governo non solo ha dichiarato i suoi poteri federali superiori a quelli degli Stati, ma ha anche affermato il suo potere sovrano sui diritti di “noi popolo”.

Il governo ha cessato di proteggere il popolo e ha invece intrapreso una guerra interna contro il popolo. Il governo ha saccheggiato i nostri mari, devastato le nostre coste e distrutto la vita delle persone.

Il governo ha impiegato appaltatori privati ​​e mercenari per compiere atti di morte, desolazione e tirannia contro altre nazioni, totalmente indegni di una nazione civile. Il governo attraverso la sua propaganda politica ha contrapposto i suoi cittadini. Il governo ha suscitato disordini civili e gettato le basi per la legge marziale.

Ripetutamente, abbiamo chiesto al governo di cessare i suoi abusi. Ogni volta, il governo ha risposto con più abusi.

Un Sovrano Imperiale che si comporta come un tiranno non è adatto a governare un popolo libero.

Abbiamo ripetutamente lanciato l’allarme ai nostri concittadini per gli abusi del governo. Li abbiamo avvertiti delle prese di potere del governo. Abbiamo fatto appello al loro senso di giustizia. Abbiamo ricordato loro i nostri legami comuni. Hanno respinto la nostra richiesta di giustizia e fratellanza. Pertanto, i nostri concittadini sono ugualmente in colpa per le ingiustizie compiute dal governo.

Pertanto, per le ragioni sopra menzionate, noi cittadini degli Stati Uniti d’America ci dichiariamo liberi dalle catene di un governo offensivo. Facendo affidamento sulla protezione del Creatore, ci impegniamo a sostenere questa Dichiarazione di Indipendenza con le nostre vite, le nostre fortune e il nostro onore.

Capito quello che intendo? Gli abusi commessi da un governo imperiale e sopportati dal popolo americano non sono finiti. Si sono semplicemente evoluti.

Duecentoquarantaquattro anni dopo che un gruppo di estremisti antigovernativi dichiarò la propria indipendenza dalla tirannia, il popolo americano è di nuovo riuscito a risalire sotto il tiranno.

“We the people” viene ancora derubato da un governo di ladri. Siamo ancora sfruttati da un governo di mascalzoni, idioti e mostri. Siamo ancora rinchiusi da un governo di avidi carcerieri. Siamo ancora spiati da un governo di Peeping Toms. Siamo ancora devastati da un governo di ruffiani, stupratori e assassini.

Siamo ancora costretti a cedere le nostre libertà – e quelle dei nostri figli – a un governo di estorsori, riciclatori di denaro e pirati corporativi. E siamo ancora tenuti sotto tiro da un governo di soldati: un esercito permanente sotto forma di una polizia militarizzata.

Il colpo di stato bipartisan che ha assediato la nostra nazione non è avvenuto dall’oggi al domani. Si intrufolò sotto il nostro radar, nascondendosi dietro le sembianze della sicurezza nazionale, la guerra alla droga, la guerra al terrorismo, la guerra all’immigrazione, la correttezza politica, i crimini di odio e una miriade di altri programmi dal suono ufficiale volti ad espandere il potere del governo a scapito delle libertà individuali.

Come chiarisco nel mio libro  Battlefield America: The War on the American People , i mattoni per il futuro desolato di cui stiamo appena facendo un assaggio : sparatorie della polizia contro cittadini disarmati, prigioni improntate al profitto, armi di conformità, un Stato di sorveglianza da parete a parete, programmi pre-crimine, una società sospetta, condutture scuola-carcere, polizia militarizzata, overcriminalizzazione, raid della squadra SWAT, guerre senza fine, ecc . – sono stati messi in atto da funzionari del governo di cui ci fidavamo per cercare i nostri migliori interessi e da cittadini americani che non avevano rispettato l’avvertimento di James Madison di “allarmarsi al primo esperimento sulle nostre libertà”.

Per troppo tempo, abbiamo subito le ingiustizie di un governo che non ha alcun riguardo per i nostri diritti o la nostra umanità.

Abbiamo sofferto in silenzio per troppo tempo.

Francamente, ciò di cui questo paese ha un disperato bisogno sono più estremisti anti-governativi disposti a portare il governo a fare i compiti per eccessi, abusi e prese di potere che volano di fronte a ogni principio per il quale i fondatori d’America hanno rischiato la vita.

Autore di John Whitehead tramite The Rutherford Institute